Storia Dello Spazzolino Da Denti – Come Ci Si Lavava I Denti Nell’Antichità?

Storia dello Spazzolino da Denti

In questo approfondimento voglio ripercorrere l’interessante storia dello spazzolino da denti, un utilissimo oggetto che tutti noi usiamo quotidianamente più volte al giorno.

Concorderai con me che lo spazzolino da denti è piuttosto semplice a livello di realizzazione!

Prima però di arrivare ad essere quelli che conosciamo oggi, gli spazzolini sono dovuti passare attraverso una lunga storia di molti secoli!

L’esigenza di pulire i denti per mantenerli in efficienza è infatti sempre stato uno dei bisogni dell’uomo fin dall’antichità.

Ma qual’è l’origine dello spazzolino?

Vediamo allora assieme le tappe principali della storia dello spazzolino da denti, che hanno portato dai primi rudimentali strumenti per cercare di pulire i denti fino ai tecnologici spazzolini elettrici che utilizziamo oggi!

L’Igiene Dentale Nell’Antichità

Numerosi sono stati i ritrovamenti archeologici di artefatti utilizzati dagli uomini preistorici per cercare di pulire la loro dentatura.

All’epoca l’uomo si puliva i denti utilizzando una molteplicità di semplici strumenti come ramoscelli, bastoncini da masticare, aculei di animali, ecc.

Evoluzione dello Spazzolino

Il più antico ritrovamento in questo senso risale al 3000 a.C. circa, e si tratta di un rametto con una estremità sfilacciata che veniva usato come spazzolino.

Tali ramoscelli venivano prima masticati ad una estremità, per renderli più morbidi e sfilacciati, e poi usati come spazzolini sfregando l’estremità masticata sui denti.

Egizi e Babilonesi usavano proprio tecniche simili a queste per mantenere i denti più in salute ed avere un sorriso più bello.

I Romani invece usavano una specie di dentifricio a base di bicarbonato di sodio per disinfettare e sbiancare i loro denti.

Tutti questi strumenti però non avevano molto a che vedere con lo spazzolino come lo conosciamo oggi.

Per avere evidenza di strumenti più simili ad un vero e proprio spazzolino da denti bisogna però attendere il 1223 d.C. quando il giapponese Dogen Kigen riportò di aver visto monaci Cinesi lavarsi i denti con una specie di pennello fatto di peli di coda di cavallo ed avente una impugnatura fatta di osso.

Comparsa ed Evoluzione dello Spazzolino

La prima testimonianza scritta dell’utilizzo di uno spazzolino da denti risale al 1690, quando Anthony Wood parla dell’acquisto di uno spazzolino da denti da un altra persona.

Spazzolino Elettrico

L’Inglese William Addis fu il primo vero e proprio produttore di spazzolini di cui si abbia notizia. Nel 1780 egli produceva spazzolini con impugnatura fatta di ossa di bovino, mentre le setole erano di origine suina.

Il primo brevetto per uno spazzolino da denti fu depositato nel 1857 da parte dello Statunitense H.N. Wadsworth, sebbene la produzione su larga scala iniziò soltanto verso la fine del secolo.

Nel 1938 fu poi commercializzato il primo spazzolino con setole sintetiche, che erano realizzate in nylon.

Il primo modello di spazzolino elettrico invece risale al 1959, e fu presentato in occasione del centenario dell’American Dental Association.

Da allora gli spazzolini elettrici furono soggetti a numerose revisioni, con l’intento di renderli più piccoli, maneggevoli ed efficaci in termini di pulizia.

Gli spazzolini elettrici più qualitativi oggi in commercio assicurano una profonda igiene dentale, anche grazie al fatto che possono arrivare ad effettuare un numero di movimenti al minuto elevatissimo. Pensa che certi modelli arrivano perfino a 8800 oscillazioni e 40000 pulsazioni al minuto!

Lascia un commento