Perché le Lettere della Tastiera Non Sono in Ordine Alfabetico?

Tastiera QWERTY

La posizione delle lettere sulla tastiera non è affatto casuale come può sembrare ma c’è una ragione ben precisa.

Tutto nasce con le vecchie macchine da scrivere meccaniche, dove ogni tasto era collegato ad un martelletto che premeva uno stampo contro una banda di inchiostro su un foglio di carta.

In ogni macchina da scrivere ci sono parecchi martelletti, uno per ogni carattere e se due martelletti vicini vengono azionati consecutivamente in rapidità c’è il rischio che si incastrino.

L’unico modo per sbloccarli è quello manuale con il concreto rischio di macchiare sia le mani che il documento.

La soluzione di disporre i tasti come li conosciamo oggi, brevettata da Christopher Sholes nel 1964, serve proprio a minimizzare questo rischio: le lettere maggiormente usate e i corrispettivi martelletti sono infatti posizionati ben lontani tra di loro.

In aggiunta, nel realizzare questo soluzione, si è anche cercato di porre le lettere che normalmente in molte parole si trovano una di seguito all’altra ai lati opposti della tastiera. Così facendo, mentre una mano batte un carattere, l’altra si prepara per battere il prossimo. Ciò consente una maggiore velocità di battitura.

Cos’è QWERTY?

Macchina da Scrivere

Se ci fai caso le prime lettere della tastiera sono proprio: Q, W, E, R, T, Y. Ecco perché si è soliti chiamare questo tipo di tastiera QWERTY.

Storicamente sono state inventate configurazioni alternative di tasti con lo scopo di massimizzare la velocità di battitura.

Ogni standard dispone le lettere facendo sì che le lettere più usate si trovino nel centro mentre quelle meno usate nei bordi; inoltre lettere che normalmente si trovano vicine nelle parole si trovano su lati opposti per poter essere premute alternativamente dalle due mani.

Chiaramente ogni lingua ha le sue peculiarità e quindi sono nate tastiere diverse per lingue diverse.

Nella realtà però solo la QWERTY si è imposta globalmente e, a meno di piccole modifiche come lettere accentate o caratteri speciali, è usata in tutte le parti del mondo per scrivere in moltissime lingue diverse.

Perché nei Computer si Usa la Tastiera QWERTY?

Sebbene lo standard QWERTY sia nato per risolvere un problema meccanico delle vecchie macchine da scrivere, per un’abitudine ormai consolidata, si è deciso di applicarlo anche alle moderne tastiere dei computer dove questo inconveniente non è più presente.

Ecco perché ancora oggi siamo abituati a vedere sui nostri computer, ma anche su tablet e smartphone, queste tastiere con una disposizione dei caratteri apparentemente casuale.

Lascia un commento