Frittura Tradizionale VS Frittura ad Aria

Frittura

Se sei qui è perché probabilmente hai già sentito parlare delle friggitrici ad aria come alternativa alle tradizionali friggitrici ma non hai ben chiaro cosa siano.

Immagino che tu ti stia chiedendo come sia possibile ottenere delle gustosissime patatine friggendole nell’aria. Sembra incredibile vero?

Invece c’è una spiegazione! Vediamola insieme e capiamo quali sono le differenze tra questi due modi di friggere.

La frittura Tradizionale

Frittura Olio

La frittura è una tecnica di cottura nota sin da tempi antichi. Consiste nell’immergere un alimento in un liquido grasso portato all’ebollizione.

Spesso si usano vari oli come quello d’oliva, d’arachidi, di girasole o altri semi ma si può usare anche strutto e burro.

Al termine della cottura il cibo risulta spesso croccante e appetitoso. Il fritto è molto invitante e piace praticamente a tutti, sia grandi che bambini.

C’è però un rovescio della medaglia. I piatti a base di fritto hanno un contenuto di grassi elevato e per tale motivo vanno consumati con moderazione. Come spesso accade le cose più buone sono quelli che fanno più male…

Inoltre l’ossidazione della materia grassa durante la cottura produce sostanze assai poco salutari. La situazione si aggrava se viene raggiunto il cosiddetto “punto di fumo” ovvero quella temperatura per cui l’olio comincia a evaporare.

Fritture prolungate o fritture con olio già usato per fritture precedenti possono andare incontro facilmente a questa pericolosa situazione.

Esistono oli con una composizione chimica tale per cui il “punto di fumo” si verifica a temperature più alte e sono quindi più adatti per una frittura sicura. Tra questi si annoverano l’olio di oliva (non extra vergine) e quello di arachidi.

La Frittura ad Aria

Frittura Aria

La frittura ad aria non è esattamente una frittura in senso stretto. Più precisamente si tratta di una cottura in un forno ventilato in cui l’aria scorre molto calda e molto veloce.

Questa cottura disidrata rapidamente gli alimenti e li rende croccati esattamente come quelli di una frittura tradizionale.

A livello di gusto il risultato non è proprio identico, un piatto di frittura tradizionale al palato è sempre più invitante ma bisogna ammettere che lo stesso piatto cucinato con frittura ad aria ci si avvicina parecchio.

Le differenze sostanziali invece sono:

  • Il piatto è molto più leggero e privo di grassi in eccesso. Non essendo stato aggiunto olio o burro o strutto, gli alimenti non si impregnano di lipidi.
  • Il piatto non contiene sostanze pericolose dovute alla degradazione di grassi ad alta temperatura.

In Conclusione

Da ciò si deduce che la frittura ad aria è un valido sostituto della frittura tradizionale perché permette di ottenere piatti più salutari e può essere usata per aggiungere un po’ di gusto sulla tavola di chi sta seguendo una dieta.

La frittura tradizionale spicca per gusto e stimola sempre la nostra golosità. Si consiglia però di non abusarne e di limitarsi a mangiare alimenti fritti poche volte in un mese.

D’altro canto la frittura ad aria, che non offre la stessa esperienza gustativa ma ne è un’ottima imitazione, può essere consumata con maggiore frequenza in una dieta equilibrata non avendo particolari controindicazioni.

Lascia un commento