Confronto Condizionatore Inverter VS Tradizionale – Differenze

Come Funziona Un Condizionatore Ad Inverter

Ciao e benvenuto in questo approfondimento sulle differenze tra condizionatori inverter e tradizionali.

Sappiamo tutti che un condizionatore è molto utile per alleviare la calura estiva.

Io fino ad alcuni anni fa utilizzavo un condizionatore portatile, ma più recentemente ho deciso di montare un condizionatore a muro.

Dopo alcune riflessioni ho preferito optare per un prodotto con tecnologia ad inverter.

Prima di fare questa scelta mi sono però adeguatamente documentato sui pro e contro dei condizionatori ad inverter.

Voglio perciò condividere con te il risultato delle mie ricerche, spiegandoti i vantaggi dei condizionatori ad inverter rispetto ai condizionatori tradizionali (detti anche on-off).

Partiamo però dal primo e più evidente svantaggio del condizionatore ad inverter: in fase di acquisto ti costerà di più!

La buona notizia però è che questo è praticamente l’unico svantaggio di questa tipologia di condizionatori rispetto a quelli on-off.

Per capire invece i vantaggi, dobbiamo prima spiegare come funziona un condizionatore ad inverter.

Come Funziona il Condizionatore Inverter

Vantaggi del Condizionatore Ad Inverter

I condizionatori ad inverter sono dotati di una centralina elettronica che modula la potenza di raffrescamento.

La centralina regola il livello di funzionamento del compressore in base alla differenza tra la temperatura della stanza e la temperatura da te impostata.

Questo significa che se la temperatura della stanza è ad esempio pari a 32 gradi, e tu accendi il condizionatore ad inverter e lo imposti ad una temperatura di 26 gradi, la centralina farà lavorare il compressore ad una elevata intensità.

Man mano che la temperatura della stanza si abbassa e si avvicina alla temperatura desiderata, la centralina modula la potenza abbassandola progressivamente.

Quando la temperatura della stanza è pari a quella impostata, il condizionatore non si spegne ma continua a raffrescare alla potenza minima.

In questo modo in condizionatore mantiene la temperatura costante con il minimo dispendio energetico.

Vantaggi dei Condizionatori Inverter

Consideriamo adesso il funzionamento dei condizionatori tradizionali. Essi sono detti on-off proprio perché nel momento in cui li accendi iniziano subito a lavorare a piena potenza, finché non si raggiunge la temperatura impostata.

Condizionatore Unità Esterna

Una volta raggiunta la temperatura desiderata, il compressore viene spento.

La stanza quindi ricomincia progressivamente a riscaldarsi, e quando la temperatura della stanza si discosta significativamente da quella impostata il compressore viene riacceso alla massima potenza.

Il primo e più importante vantaggio dei condizionatori ad inverter è quindi chiaro: nel caso di utilizzo prolungato (diverse ore al giorno) la tecnologia ad inverter è in grado di farti risparmiare energia elettrica!

Si stima che per un utilizzo di circa 8 ore al giorno un condizionatore ad inverter consumi fino al 30% in meno rispetto ad uno tradizionale.

Il risparmio energetico non è però l’unico vantaggio dei climatizzatori ad inverter.

Il fatto che essi siano in grado di mantenere la temperatura costante è molto utile, perché evitare quanto più possibile variazione di temperatura può aiutarci a prevenire malanni.

Inoltre il fatto che una volta che la temperatura desiderata è stata raggiunta il condizionatore lavori costantemente alla minima potenza fa si che i condizionatori ad inverter risultino più silenziosi rispetto a quelli tradizionali.

Lascia un commento