Come Risparmiare Batteria su Android

Cellulare Scarico

Benvenuto e grazie per leggere questa guida per imparare come risparmiare batteria su Android!

Gli smartphone moderni sono degli strumenti ormai indispensabili nella nostra vita, fanno talmente tante cose che è diventato impensabile uscire di casa senza.

Rispetto ai vecchi cellulari che si trovavano in circolazione fino ai primi anni 2000 hanno però un grosso difetto: la batteria dura molto poco.

Un normale cellulare può durare anche 4 o 5 giorni con una piena ricarica, lo smartphone invece fatica ad arrivare a fine giornata.

Questo può essere un problema soprattutto se passiamo molto tempo in giro o siamo senza caricabatterie perché rischiamo di trovarci con lo smartphone spento proprio quando ci serve.

Ti è già capitato, vero? Eh, ti capisco… anche a me e ai nostri Esperti di TiSuggerisco.com è successo ed è per questo che abbiamo deciso di scrivere questa guida e spiegarti come noi abbiamo risolto il problema.

Perché la Batteria degli Smartphone Dura Poco

La batteria al litio degli smartphone non ha nulla da invidiare alle batterie dei più vecchi cellulari. Anzi si tratta spesso di prodotti molto buoni e dalla grande capacità. Stiamo parlando di almeno 3000 mAh e ti assicuro che non sono pochi.

Ma allora perché a fine giornata è già scarica?

La colpa non è della batteria, è dello smartphone! I moderni cellulari sono a tutti gli effetti dei computer miniaturizzati che fanno un sacco di cose e sono dotati di schermi enormi e processori potentissimi. Tutte cose che, per quanto ottimizzate, consumano parecchia energia.

Come Fare Durare di Più la Batteria

Lo smartphone consuma tantissima energia ma se adottiamo alcuni comportamenti intelligenti possiamo dargli una mano a non sprecarne troppa. Questo ti permetterà di non trovarti nella fastidiosa situazione di non poter utilizzare il cellulare proprio quando ti serve.

Vediamo insieme alcuni suggerimenti

Ridurre la Luminosità dello Schermo

Home Menu

Lo schermo è il componente più energivoro del cellulare. Gli schermi si basano sulla tecnologia LED che di per sé consuma pochissimo ma sono davvero grandi e tenerli illuminati costa parecchi mAh.

La prima cosa che puoi fare è abilitare la luminosità adattiva del display. Con questa opzione lo schermo si illumina in relazione alla luce dell’ambiente esterno garantendoti sempre il miglior contrasto e la massima leggibilità.

Questa opzione di solito è attiva di default ma potresti averla disabilitata in favore di una luminosità maggiore.

Esiste anche una soluzione molto più drastica che consiste nell’impostare la luminosità al minimo. Certamente riduce notevolmente il consumo della batteria ma in certi casi potresti avere delle difficoltà a consultare il display.

Per regolare la luminosità dello schermo basta andare sulla Home e abbassare completamente il menu a tendina che c’è in alto. In fondo in basso c’è l’opzione per regolare la luminosità del display.

Di solito io riduco la luminosità al minimo solo quando la situazione è disperata e la batteria sta per finire. Per il resto uso sempre la luminosità adattiva.

Timeout dello Schermo

Il timeout dello schermo è quell’opzione che blocca lo schermo quando il cellulare si accorge che non lo stiamo più usando. Negli smartphone tecnologicamente più avanzati il cellulare controlla tramite la telecamera a riconoscimento facciale se stai guardando lo schermo oppure no. Il timeout inizia solo se hai smesso di guardare il display.

Più il timeout è breve e meno energia viene sprecata per illuminare lo schermo mentre nessuno lo guarda. Di solito 20 o 30 secondi di timeout sono più che sufficienti.

Per modificare questa impostazione basta andare in Impostazioni > Schermo > Spegnimento schermo.

Disconnetti il Cellulare

L’utilizzo di connessioni dati ha un impatto notevole sulla batteria. Non solo la normale connessione dati (sia essa 3g, 4g o 5g) ma anche Wi-Fi, Bluetooth e GPS.

Se non ti servono, spegnendole puoi risparmiare un altro po’ di energia.

Le connessioni dati si abilitano e disabilitano dal menu a tendina della home.

Personalmente non spengo mai la connessione dati perché navigo spesso e faccio largo uso di App per la messaggistica. Però spengo il Wi-Fi quando non sono in casa e il Bluetooth quando non mi serve.

Spegni o Disinstalla le App che Non Usi

Gli smartphone supportano il cosidetto multitasking cioè possono eseguire tante App contemporaneamente.

Ma le App in esecuzione non sono solo quelle che vedi, ce ne sono anche alcune che girano senza che tu ne accorga. Tecnicamente queste sono dette App eseguite in background.

Ad esempio, il client di posta e le App di messaggistica o dei social network sono sempre attivi in background perché devono essere pronti a ricevere messaggi dall’esterno in qualsiasi momento.

Se alcune App non le usi, più disinstallarle così eviterai sprechi di energia.

Inoltre puoi sempre controllare l’impatto che una App ha sulla batteria. Vai dentro a Impostazioni, cerca “batteria”, apri il primo risultato e infine fai tap su “Uso batteria”.

Ti comparirà l’elenco delle App ordinato per consumo. Le prime della lista sono quelle più energivore.

Blocca le Notifiche

Gestione Notifiche

Le notifiche sono un’altra attività che consuma energia e a volte sono pure fastidiose. Ti consiglio di spegnere le notifiche delle App che non ti interessano, in questo modo avrai un duplice vantaggio: non ti disturbano e risparmi energia.

Entra in Impostazioni > Notifiche per spegnere quelle che non ti servono.

Disattiva Sfondi Animati e Widget

Gli sfondi animati sono molto belli ma hanno un costo in termini di consumo energetico perché tengono occupato il processore. Per risparmiare batteria conviene usare sfondi statici.

Lo stesso vale per i widget. Alcuni sono molto comodi e accattivanti da vedere ma quelli che non sono particolarmente utili è meglio rimuoverli.

Disattiva la Vibrazione

La vibrazione è molto utile quando vogliamo usare il nostro cellulare con discrezione. In certi momenti un cellulare che suona per una telefonata, un messaggio o una notifica può essere fastidioso o fuori luogo… ecco che la vibrazione risulta la scelta giusta.

Negli altri casi però la vibrazione è solo un costo energetico. Disattivare la vibrazione può farti risparmiare un po’ di carica.

Usa la Modalità Risparmio Energetico

Ricarica Smartphone

Consiglio di attivare questa modalità di risparmio energetico solo nei casi più critici. Il cellulare modificherà notevolmente il proprio funzionamento al fine di ridurre al minimo il consumo.

In particolare cambieranno i colori e la luminosità del display, alcune App e notifiche verranno disattivate e il sistema potrebbe anche risultare più lento.

La modalità risparmio energetico infatti non è adatta al normale utilizzo ma può mantenere acceso il tuo smartphone per un tempo considerevolmente più lungo.

La puoi attivare sempre dal menu a tendina della home.

Altri Consigli per Non Trovarsi con la Batteria Scarica

Se proprio utilizzi il telefono cellulare così tanto da scaricarlo in poche ore, allora è meglio portarsi sempre dietro un caricabatterie oppure in mancanza di prese elettriche una power bank.

Inoltre molte automobili hanno prese USB alle quali puoi attaccare lo smartphone per ricaricarlo durante il viaggio.

Lascia un commento