Come Piantare un Ombrellone in Spiaggia

Piantare Ombrellone in Spiaggia

Sei pronto per andare in spiaggia? Hai preso tutto? Bevande, merende, teli, crema solare, ombrellone, sdraio?

E l’ombrellone sei sicuro di saperlo piantare come si deve?

Eh sì, perché se l’ombrellone non è piantato bene c’è rischio che voli via alla prima folata di vento e qualcuno potrebbe perfino farsi male.

Inoltre anche se la spiaggia fosse deserta sarebbe davvero fastidioso dover rincorrere perennemente un ombrellone che non vuole saperne di stare al suo posto. Pensa alla fatica e alla noia che ti toccherebbe sopportare.

Se segui i miei consigli però questo non sarà più un problema: ti insegnerò come piantare un ombrellone in pochi e semplici passi.

Cosa ti Serve per Piantare un Ombrellone?

Per piantare un ombrellone servono davvero pochissime cose e tutte molto facili da reperire e per nulla costose.

In particolare si tratta di:

  • Una paletta da giardinaggio
  • Una o due corde
  • Uno o due sacchi o buste di plastica

Trova la Posizione per il tuo Ombrellone

Ombrellone Vento

Scegli dove ti piacerebbe posizionare l’ombrellone. Per farlo scegli uno spazio libero della spiaggia e fai in modo che l’ombra ricada proprio dove desideri.

Ricorda che durante la giornata l’ombra si sposta quindi stai attento a dove lo metti perché dopo qualche ora potresti ritrovarti con l’ombra proiettata sull’acqua, su una roccia o su altre persone.

Nello scegliere la posizione tieni anche presente che dovrai scavare una buca quindi evita di metterlo su terreni duri e rocciosi.

Scava una Buca

Scavare una buca è piuttosto semplice sulle spiagge sabbiose. Con la paletta da giardinaggio poi è davvero facile e poco faticoso.

Se invece ti trovi in una spiaggia di sassi è un po’ più difficile e dovrai probabilmente spostare dei sassi con le mani. A volte sotto un primo strato di sassi potrebbe esserci la sabbia, altre volte invece troverai solo altri sassi.

Meglio che la buca sia abbastanza profonda soprattutto se c’è vento.

Metti l’Ombrellone nella Buca

Ora posiziona la base dell’ombrellone nella buca e richiudila con la sabbia.

Se ti trovi in una spiaggia sassosa, chiudi la buca con i sassi e costruisci una piccola torretta di sassi attorno all’asta dell’ombrellone in modo che sia ancora più stabile.

Prova a far oscillare l’ombrellone, se si muove troppo non va bene e forse avresti dovuto fare una buca più profonda.

Usa i Sacchi come Zavorra

Prendi un sacco e riempilo di sabbia o sassi, deve essere abbastanza pesante. Lega il sacco a un raggio dell’ombrellone e fai in modo che la corda sia ben tesa.

Questa zavorra renderà l’ombrellone più resistente al vento.

Inclina l’Ombrellone Controvento

Ombrellone Aperto

Mantieni l’ombrellone leggermente inclinato controvento. Questo riduce la possibilità che l’aria prema sotto l’ombrellone e lo faccia volare via.

Con alcuni ombrelloni questa operazione è facilissima perché hanno l’asta reclinabile.

Chiudi l’Ombrellone se c’è Troppo Vento

Se il vento è davvero forte non c’è niente che tu possa fare per tenere l’ombrellone ancorato al suolo. Se ti trovi in questa situazione e decidi comunque di restare in spiaggia, il mio suggerimento è quello di chiudere l’ombrellone per evitare che voli via e faccia del male a qualcuno.

Lascia un commento