Running: Allenarsi Con Il Fitness Tracker

Running con Smartband

Se sei un runner abituale ma non hai mai tenuto traccia dei tuoi allenamenti, potresti pensare di utilizzare un fitness tracker per ottimizzare il tuo workout.

Anche se ti piace fare jogging o camminata veloce potresti trovare interessante monitorare in maniera automatica tutte le tue uscite.

Tutto quello che dovrai fare è tenere al polso una di queste fitness band mentre corri, ed il dispositivo rileverà e memorizzerà i principali parametri del tuo allenamento.

Col tempo indossare un activity tracker ti verrà naturale come calzare le tue scarpe da running!

I fitness tracker di buona qualità infatti sono in grado di scambiare dati con gli smartphone iOS e Android, e ti permettono quindi di visualizzare l’archivio di tutte le tue corse tramite una app sul telefonino.

Visualizzare il diario dei tuoi allenamenti sullo schermo del cellulare è sicuramente un grande vantaggio, anche perché per motivi di comodità il display delle smartband tende ad essere piccolo e non è stato progettato per mostrare grandi quantità di dati.

Per ogni seduta di allenamento potrai consultare la distanza percorsa, la durata della tua corsa, la velocità media che hai mantenuto e le calorie bruciate.

Avere a disposizione questo tipo di statistiche ti consente di valutare i tuoi progressi nel medio e nel lungo periodo, e quindi di capire se lo schema di allenamento che stai seguendo porta risultati oppure no.

In base ai dati forniti dall’activity tracker, potrai pensare a quali correttivi apportare alla tua scheda di allenamento.

Fitness Tracker Durante La Corsa

Correre con Fitness Tracker

Utilizzare un fitness tracker è importante non solo a posteriori, ma anche durante la corsa. Molto spesso infatti le smartband di qualità hanno un sensore che è in grado di rilevare i tuoi battiti cardiaci. Puoi quindi regolare lo sforzo in funzione del tuo ritmo cardiaco, evitando che le pulsazioni al minuto si alzino eccessivamente.

Inoltre, mentre con un normale cronometro puoi soltanto stabilire un obiettivo in termini temporali (ad esempio: voglio correre per 45 minuti), grazie al fitness tracker puoi darti un obiettivo in termini di distanza da percorrere (come per esempio: voglio arrivare a percorrere 8 Km). O ancora puoi decidere di correre mantenendo costanti le pulsazioni al minuto.

Di solito le fitness band economiche utilizzano un contapassi per stimare la distanza percorsa e la velocità, dato che includere un GPS implicherebbe un costo di produzione maggiore. Nel caso tu volessi avere una stima ancora più precisa di distanza e velocità, sappi che i tracker di buona qualità sono in grado di sfruttare il GPS del tuo telefonino.

Tieni conto che se intendi utilizzare la smartband con il GPS del tuo smartphone, dovrai portare con te durante la corsa entrambi i dispositivi! La buona notizia in questo senso è che quasi sempre i fitness tracker sono in grado di mostrarti alcune notifiche provenienti da app installate sul telefono.

Sullo schermo del tracker vedrai quindi le notifiche relative a chiamate in arrivo, SMS e di certe app (come per esempio le app dei principali social network). La lista esatta delle notifiche visualizzabili dipende dallo specifico modello di fitness band, quindi verifica sempre quali app sono supportate prima dell’acquisto del tuo nuovo fitness tracker.

Lascia un commento